Un pc da gaming

Ottenere la migliore CPU per i giochi è molto importante, specie se amiamo giocare in multiplayer dove la velocità d’esecuzione svolge un ruolo fondamentale per vincere.

Se volete giocare ai giochi di ultima generazione come Fortnite , resident evil 2 il remake e i vari giochi che ogni anno continuano ad uscire con successi davvero notevoli

Lo stesso discorso vale per i giochi da casinò, che anche in questo caso esigono una buona velocità per bloccare tempestivamente i rulli su delle combinazioni vincenti.

Anche se il prezzo di una nuova CPU potrebbe intimidire è invece vitale per le prestazioni di altre app. Inoltre va sottolineato che avere a disposizione la migliore CPU per i giochi coprirà anche i programmi che si utilizzano giorno per giorno.

È fondamentale anche per il multitasking, quindi un buon PC per lo streaming o la registrazione di filmati richiede una grande CPU al suo interno. Le migliori per i giochi vengono prodotte da Intel o AMD, che oggi continuano a dominare completamente il mercato.

La CPU più recente e potente è l’AMD Ryzen Threadripper 2990WX, che porta con sé 32 core e 64 thread (insieme a un bel prezzo di poco inferiore ai 1800 euro).

Premesso ciò, per chiunque cerchi una CPU buona, solida e non troppo costosa per una build di gioco, vale la pena raccomandare l’Intel i5-8600K o il Ryzen 5 2600X, anche se i chip sono generalmente migliori per i giochi.

La maggior parte di questi ultimi tra l’altro prediligono un PC core/4 thread, anche se le nuove gamme di giochi guardano a versioni di tipo 6 e persino 8 di core. Sempre in riferimento a quanto sin qui accennato, va aggiunto che bisogna considerare anche una buona scheda madre se intendete ottimizzare i risultati durante i vostri giochi.

Come scegliere un PC per giocare

Se siete appena entrati nel nuovo nel mondo dei giochi per PC, o state cercando di unirvi ai giocatori d’élite che sanno dove si trova la vera azione, avrete dunque bisogno di un PC di alta qualità, poiché non tutti i computer sono costruiti per il gioco. Premesso ciò, c’è bisogno di una specifica macchina e valutare diversi fattori come quelli di seguito elencati.

La prima considerazione da fare riguarda il tipo di gioco che si intende usare. Un gioco moderno sparatutto richiederà funzionalità grafiche avanzate, mentre uno di strategia potrebbe richiedere prestazioni CPU superiori a tutte le altre.

Questa condizione farà in modo che il computer elabori l’intelligenza artificiale e mantenga la velocità necessaria per massimizzare il risultato. Molti giochi di strategia in tempo reale e online richiedono tra l’altro un equilibrio tra grafica e potenza di elaborazione.

 

Caratteristiche di un PC fisso da gaming

La maggior parte dei giocatori sceglie di avere una macchina specifica per lo scopo del gioco che maggiormente predilige.

Ciò consente di acquistare un PC con le migliori specifiche per i giochi e di configurare la macchina per prestazioni ottimali.

Probabilmente il fattore più importante riguarda le schede e tra queste
AMD e Nvidia sono i due marchi degni di nota nel settore gaming e disponibili ad un prezzo ragionevole. Le soluzioni a doppia scheda sono tuttavia anch’esse un’ottima opzione.

Per quanto riguarda altre importanti caratteristiche di un PC fisso da gaming va sottolineato che bisogna trovare un buon equilibrio tra la grafica e l’elaborazione.

Anche a riguardo della memoria c’è una considerazione, ma molti PC ormai ne hanno a sufficienza per soddisfare ogni tipo di esigenza. Idealmente, 1600MHZ o più è molto veloce, anche se i sistemi di memoria a doppio canale di solito offrono fino a 30 GB al secondo di memoria e sono disponibili anche nella versione quad.

In ogni caso un processore i7 e una scheda video potente è a dir poco indispensabile per massimizzare il risultato quando si gioca su un PC fisso.

I monitor per PC fisso da gaming

Per ottenere il massimo risultato nel corso di una sessione di gaming, non solo c’è bisogno di un PC da gioco con una potente soluzione grafica, ma è necessario anche disporre di un monitor che possa visualizzare l’azione senza sottoporvi a immagini sfocate, sfarfallio, lacrimazione e altri artefatti da movimento.

Premesso ciò, quando si tratta di monitor da gioco, va subito precisato che se più grande è meglio. Molti dei nuovi modelli sono da 27 pollici e di tipo Wide, Quad High-Definition (WQHD) con risoluzioni massime di 2.560 per 1.440 pixel.

Il numero di pixel più elevato offre immagini molto più nitide rispetto all’FHD, ma è necessario un motore grafico ragionevolmente potente per riprodurre i giochi più recenti alla risoluzione più elevata. Se lo spazio sulla scrivania è un problema, ci sono tuttavia molti monitor da 24 pollici, anche se risoluzione sarà limitata a 1.920 per 1.080.

Per quanto riguarda invece la tecnologia del pannello va sottolineato che ne esistono diversi tipi come ad esempio i Twisted Nematic (TN) che sono i più convenienti e molto apprezzati dai giocatori poiché offrono veloci risposte dei pixel e frequenze di aggiornamento, ma sono inclini allo spostamento del colore quando vengono visualizzati da un angolo.

I pannelli di allineamento verticale (VA) sono invece noti per il loro elevato rapporto di contrasto, di colori robusti e con la capacità di visualizzare neri profondi.

Tuttavia sono anche noti per produrre effetti di ghosting evidenti, che possono danneggiare le prestazioni di gioco. A margine si evince che una buona risoluzione grafica in termini di pixel è anch’essa fondamentale in un monitor al fine di godere di ottimi gaming nel migliore di modi.